Concorso calligrafico ‘Figurati un po’!’

Come d’abitudine, anche quest’anno il C.A.U.S., Centro Arti Umoristiche e Satiriche, propone  un concorso calligrafico rivolto a tutti gli appassionati di calligrafia, disegno, computer grafica, enigmistica e umorismo. Il tema di quest’anno è “Figurati un po’!” e, come suggerisce il titolo, consiste nel creare un autoritratto calligrafico e scherzoso.

Gli ambigrammi: una piccola magia tipografica

Cos’è un ambigramma? Forse tu, come molti altri, lo sai perché hai letto il famoso romanzo di Dan Brown, Angeli e Demoni. O forse no, magari lo sapevi già di tuo. E se non lo sai? Te lo spiego io: in poche parole, un ambigramma (dal latino ambo = entrambi e il greco gramma = scrittura) è una parola scritta in modo tale che può essere letta in due (o anche più) modi: variando il proprio punto di vista, o cambiando l’orientamento della parola, essa mantiene una forma comunque leggibile.

Un esempio chiarirà meglio la mia definizione un po’ goffa:

La scrittura araba

L’arabo è una lingua semitica che si è sviluppata a partire da alcune popolazioni dedite al commercio, i Nabatei, che si stanziarono nelle Oasi del Nord Ovest della penisola araba a partire dal V-VI secolo a.C. Non abbiamo altri documenti della loro scrittura se non le numerose iscrizioni epigrafiche rinvenute soprattutto a Petra, il loro centro politico;  utilizzavano un alfabeto simile all’aramaico ma che mostra già chiari segni dell’evoluzione verso l’alfabeto arabo.  Anche se parlavano una forma di proto-arabo, i Nabatei scrivevano raramente in questa lingua, preferendo invece l’aramaico, usato come lingua veicolore per gli scambi commerciali.

Risultati concorso ‘Abbecedario che figura’

Tempo fa ho segnalato il bellissimo concorso calligrafico ‘Abbecedario che figura‘, indetto dal C.A.U.S., Centro Arti Umoristiche e Satiriche. Si trattava di realizzare degli abbecedari calligrafici, ovvero disegni formati da lettere e numeri. Ora sul sito del C.A.U.S. è possibile vedere i nomi e i le opere dei vincitori e di tutti coloro che hanno partecipato a questo interessante concorso. Ci sono davvero dei bellissimi lavori, simpatici, originali e fantasiosi; vale proprio la pena dare un’occhiata!

Concorso calligrafico ‘Abbecedario che figura’

È con particolare entusiasmo che segnalo questo bel concorso calligrafico, che mi ha colpito subito per l’argomento e per la sfida creativa che rappresenta. ‘Abbecedario che figura’ è un concorso organizzato dal C.A.U.S., Centro Arti Umoristiche e Satiriche. I partecipanti sono invitati a creare un abbecedario calligrafico figurato, cioè, in parole semplici, un disegno composto esclusivamente da elementi calligrafici (lettere, numeri, segni di punteggiatura).