Illustrator: come personalizzare un nuovo documento

Dal titolo forse non si capisce, perciò spiego subito cosa intendo con ‘personalizzare un nuovo documento’: mi riferisco al fatto che è possibile impostare certe caratteristiche per i nuovi documenti, in modo che ogni volta che andremo ad aprire un nuovo documento in Illustrator ci ritroveremo davanti un documento già predisposto con le caratteristiche che desideriamo, senza doverle ogni volta impostare manualmente.

Ciò è possibile conoscendo un piccolo trucchetto: l’aspetto del nuovo documento è determinato da un file di avvio che si trova nella cartella dei plug-in. Anzi, sono due file: uno si chiama Adobe Illustrator Avvio_CMYK.ai e regola i nuovi documenti cmyk; l’altro si chiama Adobe Illustrator Avvio_RGB.ai e regola i nuovi documenti rgb. Si possono aprire e modificare come qualsiasi altro file di Illustrator.I file di avvio di Adobe Illustrator

Procedere perciò in questo modo:

  1. Andare nella cartella Plug-in e salvare una copia di backup dei file in questione, Adobe Illustrator Avvio_CMYK.ai e Adobe Illustrator Avvio_RGB.ai, così sarà possibile ripristinarli in caso di problemi.
  2. Aprire il file Adobe Illustrator Avvio_CMYK.ai in Illustrator; si presenta come un qualsiasi nuovo documento.
  3. Inserire ciò che si desidera avere sempre come elemento fisso quando si aprirà un nuovo documento cmyk. Può essere, ad esempio, un logo, una griglia, ecc.
  4. Salvare il documento.
  5. Per fare la verifica, riavviare Illustrator e aprire un nuovo documento (ricordandosi di selezionare il metodo colore CMYK): dovrebbe apparire con gli elementi che avete inserito al punto 3.
  6. Ripetere l’operazione anche per l’altro file di avvio, se si desidera che anche i nuovi documenti RGB abbiano caratteristiche personalizzate.

N.B.: Non solo è possibile personalizzare l’aspetto dei nuovi documenti inserendo oggetti, linee guida o griglie. Si possono fare anche cambiamenti più ‘sottili’, come ad esempio settare una particolare posizione delle palette, o inserire i righelli in modo da averli sempre pronti all’avvio dei nuovi documenti. Il file di avvio, però, non registra le modifiche di questo tipo, a meno che non si metta in pratica questo trucchetto: bisogna infatti ricordarsi di agire più ‘concretamente’ sul documento prima di salvarlo. Un modo è, ad esempio, tracciare una qualsiasi linea con il pennello, cancellarla, e poi salvare; con questo sistema le modifiche vengono registrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.