Concorso logo per l’area marina protetta ‘Secche della Meloria’

Un concorso aperto a tutti; un’ottima occasione, quindi, anche per giovani grafici o aspiranti tali, di misurarsi con la creazione di un logo. Il logo dovrà rappresentare l’area marina protetta delle Secche della Meloria.

Chi può partecipare: tutti; il concorso è internazionale.

Costo: il concorso è completamente gratuito.

Soggetto: elaborazione di un logo che identifichi l’Area Marina Protetta delle Secche della Meloria affidata al Parco Naturale Migliarino San Rossore Massaciuccoli (Pisa).

Caratteristiche: il concorrente potrà proporre, per la progettazione del logo, qualsiasi soluzione rispettando i seguenti requisiti: attinenza alle caratteristiche del luogo, originalità, riconoscibilità, efficacia, economicità e praticità di realizzazione e gestione. La soluzione dovrà essere presentata sia su supporto cartaceo sia su supporto digitale. Si può partecipare in gruppo.

Invio: i partecipanti devono  inviare i loro lavori in busta chiusa all’indirizzo postale indicato sul bando del concorso.

Premi: la giuria assegna tre premi; 500 euro al primo classificato, 200 euro al secondo classificato, e 100 euro al terzo classificato, più pubblicazioni del parco.

SCADENZA: 9 settembre 2011, ore 12:00.

Questa è una sintesi; per tutte le informazioni, vedere il sito ufficiale del concorso.

Per gli altri concorsi in scadenza nei prossimi mesi, consultare il calendario.

5 thoughts on “Concorso logo per l’area marina protetta ‘Secche della Meloria’

  1. Parteciperò al concorso.
    La domanda è: a cosa serve fare una gara anonima quando sulla busta devo scrivere un motto che scelgo io?
    Non insinuo nulla di illegale ma se uno della giuria volesse sapere di chi è un logo basterebbe accordarsi con il partecipante su quale motto usare no?

    Ma noi consideriamo tutti in buona fede e onesti e partecipiamo.

    L.

  2. @Lorenzo: Ciao Lorenzo, come non essere d’accordo con te? Quasi quasi sarebbe da farglielo notare, forse non ci hanno pensato…

  3. Se non ci hanno pensato è grave.
    Scrivetegli, avete l’autorità per farlo.
    Se scrivo io potrebbe sembrare che voglia condizionare la giuria.
    Ma è un errore enorme, ridimensionato solo dal modesto concorso.
    Lorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *